La scrittrice di fumetti Marjane Satrapi vede le ricadute di Marie Curie

Marjane Satrapi ha vissuto una vita che sembra impossibile sulla carta. È stato anche sulla carta.



Nel 2000, Satrapi ha pubblicato la sua acclamata autobiografia Persepolis , un fumetto che raccontava la sua adolescenza e la sua giovane età adulta nell'Iran e in Austria post-rivoluzione (dove rimase per un breve periodo senza casa e quasi morì di polmonite) prima di stabilirsi in Francia. Satrapi era l'ultima persona che il suo amato zio desiderava vedere prima di essere giustiziato come prigioniero politico.

Nei 20 anni trascorsi da allora Persepolis , ora insegnato (e vietato ) nelle scuole americane, Satrapi è diventato un regista di film con Ryan Reynolds (2014's Le voci ) e Rosamund Pike nel nuovo dramma in costume Radioattivo da Amazon Studios.



Ma nonostante la sua vita di avversità, tragedia e trionfo, Satrapi rimane modesta, soprattutto se considera la vita del suo ultimo soggetto: la due volte vincitrice del Premio Nobel Marie Curie. 'Marie è un genio e io no', dice Satrapi Inverso . 'Ed è brillante. Ne sono consapevole.'



Streaming ora attivo Amazon Prime è il terzo lungometraggio live-action di Marjane Satrapi, Radioattivo . Un adattamento di Lauren Redniss ' Romanzo grafico del 2010 , il film vede Rosamund Pike nei panni di Marie Curie durante la sua vita da immigrata polacca a Parigi, dove conduce un lavoro rivoluzionario che altera il corso del XX secolo. Il film descrive anche il suo matrimonio con il fisico Pierre Curie, la sua relazione con il sposato Paul Langevin e altri eventi che contribuiscono alla lotta di Curie per ottenere il riconoscimento nei campi dominati dagli uomini.

Sviluppando la teoria della radioattività e scoprendo gli elementi polonio e radio, Madame Curie ha scosso il mondo fino a diventare la prima donna a vincere non uno ma due premi Nobel. Ma Radioattivo sfida il suo amato soggetto centrale. Il film è alle prese con le ricadute del lavoro di Curie, che è stato sia salvavita che distruttivo.

Rosamund Pike interpreta la vincitrice del Premio Nobel Marie Curie nel nuovo film 'Radioactive'. Amazon Studios



'Non si può parlare di scienza in un film su Marie Curie senza le conseguenze', dice Satrapi. 'Le scoperte che ha fatto hanno cambiato il volto del mondo del XX secolo.' Mentre il lavoro dei Curies è stato utilizzato nel trattamento del cancro, che ha salvato innumerevoli vite ed è ancora utilizzato oggi, il loro lavoro ha portato anche alle armi nucleari che hanno ucciso migliaia di persone in Giappone nella seconda guerra mondiale.

Satrapi sa che i Curie non erano coinvolti nel Progetto Manhattan. Pierre fu ucciso in un incidente con un carro trainato da cavalli nel 1906 e Marie morì nel 1934, probabilmente a causa della prolungata esposizione alle radiazioni. Ma il suo film riflette ancora sul loro ruolo, per quanto benevoli le loro intenzioni.

'Marie e Pierre erano probabilmente le persone più perbene del mondo', dice Satrapi. 'Quando hanno scoperto il radio e il polonio, invece di prendere uno stipendio, hanno detto' Appartiene a tutti '. È più una questione di noi cosa facciamo (con la scienza). '



Satrapi aggiunge: 'Gli esseri umani non usano sempre (la scienza) per il meglio. Dobbiamo chiederci, e spero che la gente lo chieda, sulle scienze etiche. Gli esseri umani sono complessi. In un batter d'occhio, siamo distruttori. Questo è chi siamo.'

Sam Riley (a sinistra) è co-protagonista in 'Radioactive' nei panni del fisico Pierre Curie, il marito di Marie Curie. I due condividono il premio Nobel per la fisica del 1903 insieme ad Antoine Henri Becquerel. Amazon Studios

Il regista dice che ha lottato non solo per raccontare la storia di Curie, ma anche per raccontarla in un 'modo nuovo'. Il film del 1943 Madame Curie , con Greer Garson in una performance nominata all'Oscar, e la miniserie del 1977 con Jane Lapotaire, furono le pietre di paragone per Satrapi.

'Pensavo che tutti sapessero della sua vita, me compresa', dice. 'E poi ho iniziato a studiarla e poi mi sono reso conto di conoscere il cinque percento. Conoscevo solo la linea importante: era l'unica persona al mondo a vincere premi Nobel in due campi. Non sapevo chi fosse era , che ha (sopportato) il razzismo, quello che ha fatto per la prima guerra mondiale. '

Poi è arrivata la rivelazione: cosa aveva in comune con Curie.

'Come me, ha dovuto lasciare il suo paese poco più che ventenne per venire a Parigi per fare ciò che voleva, cosa che non era in grado di fare nel suo paese', dice Satrapi. «Era un punto su cui potevo fare affidamento. È molto più feroce e molto più tutto di me, ma ci sono posti in cui potrei relazionarmi con lei. Posso solo immaginare che sia stato molto, molto difficile per lei. '

Rosamund Pike, in 'Radioactive', Amazon Studios

Verso la fine del film, i nazionalisti francesi protestano fuori dalla sua porta, di notte, tenendo le sue figlie sveglie. 'Fa un'eco del mondo di oggi', spiega il regista. 'Hai Trump negli Stati Uniti e questi leader populisti in Europa. È come se più siamo connessi, più abbiamo bisogno di odiarci a vicenda. Il che è abbastanza bizzarro.

Dietro le quinte, il film ha preso ispirazione per la scena appena fuori dal set. 'Il mio sound designer stava prendendo il treno per arrivare a Londra. Stava guardando gli slogan delle proteste di Nigel Farage. Abbiamo appena preso gli slogan di Nigel Farage e (mettendoli) nel 1911. 'Inghilterra per inglese', blah blah blah. Sfortunatamente, è accurato. '

Tale nazionalismo è straziante per Satrapi. Il suo romanzo grafico - un termine 'borghese' che non le piace ('Si chiama fumetti!' Il romanzo grafico 'suona sensuale, non mi sono mai definito un romanziere grafico') - è stato pubblicato un anno prima dell'11 settembre.

'La volta che ho scritto Persepolis era divertente ', ricorda Satrapi. 'La situazione del mondo era abbastanza a posto. Pensavo che quando il libro sarebbe uscito, non ce ne sarebbe stato bisogno. E poi George Bush è diventato presidente.

Incolpa Bush per Trump: “Trump è un tale mostro che, in confronto, George Bush assomiglia a Gesù Cristo. Ma era un presidente infernale. Ha creato l'insicurezza in cui vive il mondo oggi. (È allora che) ho capito che il libro doveva essere letto. Mi rende infelice la situazione è peggiorata. '

Ma Satrapi continua a sperare in Marie Curie. 'È una persona strana. Adoriamo la sua stranezza ', dice Satrapi. Nella sua collaborazione con Rosamund Pike, i due hanno studiato attentamente i diari di Curie e le lettere personali per avere un'idea ancora più profonda della persona dietro il cervello.

'Non volevamo (non volevamo) attenuare la sua stranezza e renderla una donna fantastica che fa sempre quello che dovrebbe fare. Parla del radio, l'elemento più peculiare perché non si comporta come dovrebbe. Lei è l'elemento più peculiare. Non si è mai comportata come avrebbe dovuto. Abbiamo davvero cercato di abbracciare chi fosse. '

Radioattivo è ora in streaming su Amazon Prime Video.