Il creatore di Hellboy sta ignorando Hollywood per fare qualcosa di inaspettato

Se sei uno scrittore di fumetti che lavora oggi, l'obiettivo finale è vedere le tue creazioni prendere vita in un film ad alto budget con celebrità in abiti di pelle attillati



Mike Mignola ha vissuto quel sogno. Il prolifico artista e scrittore ha creato Ragazzo infernale nel 1993 per Dark Horse Comics (la DC è stata approvata) e da allora ha generato un intero ' Mignolaverse 'di supereroi e cattivi collegati, insieme a tre film (due di Guillermo del Toro con Ron Perlman e un terzo con David Harbour nei panni dell'antieroe generato dall'inferno) più film d'animazione, videogiochi e persino un riferimento su I Simpson .

Potresti pensare che Mignola sarebbe desideroso di aumentare la produzione cinematografica e costruire un universo cinematografico per rivaleggiare con quello della Marvel, ma questo non potrebbe essere più lontano dalla sua mente. Lui dice Inverso che 'niente di niente' è in sviluppo da Hollywood al momento. In realtà è molto più interessato a tornare alle basi.



Ultimamente, ho iniziato a sentire la voglia di provare di nuovo a disegnare fumetti, dice Mignola. Non pensavo che sarebbe successo. In un certo senso pensavo di aver finito con quello, quindi dovremo solo aspettare e vedere come va.



Ultimamente, ho iniziato a provare il prurito di provare davvero disegno di nuovo i fumetti.

Inverse connesso con Mignola in una rara intervista per sentire il macabro maestro riflettere sulla sua fertile carriera di 35 anni, cosa ha imparato lavorando come concept designer su Disney Atlantis: The Lost Empire , vincendo un Eisner Award con sua figlia di sette anni, mantenendo il controllo editoriale sul fiorente Mignolaverse, i premi creativi di immergersi nel mondo riflessivo degli acquerelli e perché non è preoccupato di competere con il Marvel Cinematic Universe.

La seguente intervista è stata leggermente modificata per chiarezza.

HellboyDark Horse Comics



Hai visitato i Disney Studios all'inizio della tua carriera e hai visto gli intricati concept art del leggendario illustratore Paul Felix per il loro ambizioso film d'animazione di Tarzan. Come ti ha influenzato?

All'inizio era surreale essere alla Disney. Di certo non mi sarei mai aspettato di trovarmi a vagare per quelle sale, e le pareti erano rivestite con opere d'arte di pre-produzione per l'imminente Tarzan , roba incredibile e in gran parte di Paul Felix. Quando ho visto quella roba il mio primo pensiero è stato in realtà un po 'di panico, pensare che sanno che non posso fare cose del genere, giusto? e cosa diavolo ci faccio nello stesso edificio con un ragazzo che sa disegnare in quel modo?

Concept art per 'Atlantis: The Lost Empire', Disney / Mike Mignola



Come scenografo Atlantis: The Lost Empire , cosa ricordi dei tuoi concetti e della costruzione del mondo e come hai assorbito l'esperienza andando avanti?

Atlantide è stata una bella esperienza. Una volta sistemato, mi sono divertito. Non avevo mai veramente pensato alla costruzione del mondo in quel momento (anche se suppongo che lo stavo facendo in un certo senso Ragazzo infernale ) ma questo è quello che stava succedendo lì. C'era così tanto lavoro di progettazione in corso, cose che lo avrebbero fatto mai farcela nel film - come il funzionamento dell'impianto idraulico nella città di Atlantide (qualcuno l'ha capito davvero) per un film che non avrebbe MAI presentato l'impianto idraulico. Ero un po 'sconvolto da tutto questo perché, essendo un disegnatore di fumetti, ero abituato a lavorare in modo relativamente veloce: ti accontenti della tua storia e poi progetti quello che ti serve.

Ma anche la storia è stata così fluida per così tanto tempo. Ricordo che un commento casuale che ho fatto ha cambiato radicalmente l'ultimo terzo del film. Era tutto nuovo e interessante. Probabilmente avrei potuto lavorare al film molto più a lungo, ma a quel punto ero molto interessato alle cose di Hellboy, quindi ci ho lavorato solo pochi giorni alla volta. Ricordo di aver fatto una pila di disegni che hanno davvero contribuito a definire l'aspetto della città: probabilmente li ho disegnati tutti in un paio di giorni. Penso che l'artista che ha fatto quel diagramma sull'impianto idraulico probabilmente ci abbia passato più tempo di quanto abbia fatto io in tutta la città.

'Immagino sia stata solo una cosa magica di una volta.' Dark Horse Comics / Mike Mignola

Nel 2002 hai collaborato con tua figlia Katie per la vittoria di Eisner Il mago e il serpente . Com'è stata l'esperienza di vedere quella scintilla creativa e considereresti di collaborare di nuovo in futuro?

Quando Katie me l'ha detto Mago e il serpente storia In realtà ero un po 'sbalordito. Sembrava venire dal nulla. Posso ancora indicare dove eravamo sulla Seventh Ave a New York quando mi ha raccontato la storia. Non so se prima avesse inventato storie, almeno non me ne aveva mai raccontate. Dopo averlo fatto insieme, mi sembra di ricordare di aver cercato di convincerla a tirarne fuori dell'altro, ho anche cercato di convincerla a fare opere d'arte, ma non è successo davvero nulla. Aveva già deciso di diventare un veterinario, quindi immagino che fosse solo una cosa magica una tantum.

Evocando una visione singolare per il Mignolaverse negli ultimi 25 anni, qual è la sfida più grande nel mantenere un controllo coeso?

Riguardo al controllo ... immagino di scegliere altri scrittori che conosci e con cui ti senti a tuo agio, scrittori che capiscono e rispettano la tua visione. Sono stato molto fortunato con John Arcudi, Chris Roberson e Scott Allie che hanno tenuto insieme l'intera cosa come montatore molto prima che iniziasse a scrivere storie.

Quando selezioni scrittori e artisti con cui collaborare a vari progetti, quali variabili cerchi per prime?

Il trucco è stato quello di utilizzare un piccolo gruppo di scrittori e dare loro molto spazio per girovagare con le loro storie, in modo che possano fare quello che vogliono, ma mantenere le storie in movimento nella direzione generale che immaginavo. Almeno, è così che hanno funzionato le cose di Hellboy - le cose con Chris Golden ( Baltimora e Joe Golem ) è un po 'diverso in quanto li abbiamo co-creati. In larga misura, sapevo come iniziare quelle cose, ma è stato Chris a capire dove stavano andando.

'La cosa di cui sono più orgoglioso è come tutto combacia'. Dark Horse Comics / Mike Mignola

Hai una routine o un regime specifico che adotti quando affronti nuove idee?

È difficile rispondere poiché tutti i progetti sono diversi ma, in generale, mi viene in mente un'idea di base (di solito solo alcune idee per le immagini), quindi mastico quelle idee per vedere se c'è una storia lì. Mi viene in mente un inizio e poi vedo se riesco a trovare una fine. Quindi, se ho quelli, vedo se riesco a trovare alcuni pezzi interessanti nel mezzo. Il numero di parti interessanti che mi vengono in mente determinerà se si tratta di un racconto breve o qualcosa di più lungo.

Quando hai incontrato per la prima volta lo strano mondo dell'autore horror H.P. Lovecraft e come ti ha aiutato a forgiare il tuo stile inconfondibile?

Lovecraft… alla fine degli anni '70, all'inizio degli anni '80, i miei fratelli e io abbiamo trascorso molto tempo a Berkeley girovagando per tutti i negozi di libri usati. Ho scoperto molti ragazzi in quel periodo. Sono stato presentato a Robert E. Howard attraverso il Conan fumetti, imparato a conoscere il vecchio Racconti bizzarri rivista in cui quelle storie apparivano originariamente, e quindi parte della mia missione in quei giorni era cercare gli altri autori - come Lovecraft - che erano stati pubblicati lì.

Quale aspetto di qualsiasi Ragazzo infernale serie spinoff - come Witchfinder , Baltimora , Joe Golem , Lobster Johnson , o Loto cremisi - sei molto soddisfatto?

È facile: la cosa di cui sono più orgoglioso è come tutto combacia. Per 25 anni raccontiamo queste storie, compilando la storia e ampliando questo mondo; e penso che tutto si adatti davvero bene. Non riesco a pensare a nessuna trama che abbiamo fatto che abbia funzionato, ma che dobbiamo ignorare o che ha causato un problema di continuità. 25 anni e non abbiamo mai dovuto riavviare il nostro mondo.

25 anni e non abbiamo mai dovuto riavviare il nostro mondo.

Hai già detto che la prosa muscolosa e la narrazione di storie di Conan il Barbaro, Robert E. Howard, ti hanno ispirato. A quale dei suoi personaggi o delle sue storie ti relazioni di più e perché?

Le sue cose sono state un'ispirazione da quando ho iniziato a leggerlo al liceo. Penso che il modo in cui ho scelto di raccontare le storie - per lo più un mix di storie brevi autonome e racconti più lunghi piuttosto che una serie di lunga durata (ancora principalmente lo standard dei fumetti quando ho iniziato Ragazzo infernale ) - deve molto a come lui e altri hanno scritto per i pulp. E i miei personaggi preferiti di Howard, Conan e Solomon Kane, per lo più vagano per la terra, incontrando guai lungo la strada. Questo è stato il modello di Hellboy.

Ti piace il processo di ricerca storica e quali sono alcune delle tue guide di riferimento?

Mi piace la ricerca fino a un certo punto, e di solito più mitologia e folklore piuttosto che storia. Faccio abbastanza controlli della storia per assicurarmi di non commettere grandi errori, ma per la maggior parte mi vengono in mente storie e poi faccio ricerche per aggiungere dettagli: nomi e luoghi, incantesimi, ecc. leggo sempre molto, quindi un sacco di cose mi ronzano nella testa da tutte le cose che ho letto, abbastanza per mettere insieme un qualche tipo di storia da solo. E ho un'enorme biblioteca domestica, quindi la ricerca di solito è una questione di sfogliare i miei libri borbottando, so di aver letto qualcosa su questo da qualche parte, ma dove ?

`` Sono stato ispirato da un paio di libri di cui mi sono innamorato quando ero giovane. '' Dark Horse Comics / Mike Mignola

Midnight Circus è stato un pezzo d'atmosfera sensazionale che ha risuonato fortemente con i fan di Hellboy. Che cosa ti ha ispirato in quel particolare libro tipo fiaba?

Sono molto ispirato dalle fiabe e dal folklore e ho letto abbastanza di quelle cose che penso di provare qualcosa per loro. In caso di Midnight Circus, Sono stato più ispirato da un paio di libri di cui mi sono innamorato quando ero giovane: Pinocchio - leggere che è stato enorme per me quanto Dracula . - e di Ray Bradbury Sta per accadere qualcosa di spiacevole . Sbattere quei due libri insieme nella mia testa praticamente è appena stato creato Midnight Circus . È stato facile.

Di tutti i tuoi progetti a Hollywood in fase di sviluppo, quali ti aspetti di più?

In questo momento, non c'è proprio niente nello sviluppo di Hollywood, il che va bene perché la mia attenzione è sempre sui libri. Hollywood significa rinunciare al controllo completo, il che non è sempre facile quando sei abituato ad avere l'ultima parola su come vanno le tue storie. È una sfida e quando va bene mi piace la collaborazione. Ma è complicato.

Sono anche in attesa di scrivere una nuova serie o due.

Dopo gli incredibili 80 volumi di lavoro accumulati, quale arena è ancora incompiuta per te e dove vedi la tua arte dieci anni dopo?

Non riesco a pensare a 10 anni dopo. In questo momento mi sto divertendo a dipingere e ho intenzione di continuare, solo per lo più dipingendo per me stesso - per divertimento non per la pubblicazione. Ma non vedo l'ora di scrivere una nuova serie o due, continuando da Hellboy in Hell e Koshchei l'Immortale . Ultimamente, ho iniziato a provare il prurito di provare davvero disegno di nuovo i fumetti. Non pensavo che sarebbe successo. In un certo senso pensavo di aver finito con quello, quindi dovremo solo aspettare e vedere come va.

Cosa ha fatto la pittura ad acquerello per lenire la tua anima e come si traduce o si trasforma in altri aspetti della tua vita e arte?

A proposito dei dipinti - Ci vuole un po 'per capire davvero di cosa si tratta. Dopo così tanti anni passati a fare cose per la pubblicazione, pensando che tutto debba essere raccolto in un libro, in realtà è una cosa completamente nuova fare cose solo perché voglio farlo - tornare a fare arte solo per fare arte, fare cose solo per me. Immagino che forse questo sia ciò che significa avere un hobby.

'Immagino che forse questo è quello che vuol dire avere un hobby.' Mike Mignola