Come H.P. La poesia razzista di Lovecraft dà il tono a Lovecraft Country della HBO

Nel primo episodio di HBO Paese di Lovecraft , un nuovo spettacolo basato sul romanzo del 2016 di Matt Ruff, il fanboy di fantascienza Atticus (Jonathan Majors) torna dalla prima linea della guerra di Corea nella sua casa di Chicago. Nell'agenzia di viaggi Black-friendly di suo zio, Atticus si ritira The Outsider e altri , un'antologia del 1939 dell'autore del New England del XIX / XX secolo H.P. Lovecraft. Pronuncia ad alta voce il titolo di una poesia, 'Sulla creazione dei negri'.



Il titolo ferma suo zio (Courtney B. Vance) sulle sue tracce. 'Be ', è uno di quelli di Lovecraft di cui non sentiamo parlare spesso.'

Atticus rivela inoltre che suo padre lo ha costretto a memorizzare la poesia - punizione per essersi impegnato con la 'spazzatura pulp' di Lovecraft. Suo padre non aveva torto. Perché indulgere in opere che disumanizzano la tua identità di 'bestia' modellata in 'figure semi-umane?' Lo riempì di vizio e chiamò la cosa un negro , legge l'ultima riga della breve poesia.



Come suggerisce il titolo della poesia, Lovecraft immagina la creazione dei neri come un vero e proprio ripensamento degli dei della Terra. È una breve poesia ed è stata scritta nel 1912 da Lovecraft all'incirca all'età di 22 anni. Poco altro si sa al riguardo. Ma esiste, e Paese di Lovecraft lo chiarisce nell'episodio 1.



Jonathan Majors recita nella serie della HBO Lovecraft Country, basata sul romanzo del 2016 di Matt Ruff.

Per dire H.P. Lovecraft era un virulento razzista non è una nuova affermazione. Lovecraft, che ha vissuto gran parte della sua vita da chiuso ed ha espresso insicurezze sui propri fallimenti, ha infuso la sua paura dell'ignoto nei suoi ormai celebri racconti di 'narrativa strana'. L'universo di Lovecraft è pieno zeppo di divinità di grandi dimensioni - con nomi come 'Azathoth' e 'C'thulhu' - il cui potere ultimo non è nella loro ricerca di controllarci o mangiarci, ma di ignorarci. La grande idea dietro il lavoro di Lovecraft è come il cosmo sia troppo per le menti mortali da comprendere. Non siamo che formiche prima di esseri come C'thulhu.

Lovecraft, sebbene avesse una brillante immaginazione e la sua prosa andasse dal meraviglioso a qualunque cosa, era a suo modo un mostro. Anche per un New Englander del XIX / XX secolo (la casa di Lovecraft era Providence, Rhode Island), gli stessi colleghi di Lovecraft pensavano che i suoi pregiudizi fossero un po 'troppo. All'inizio della sua carriera di scrittore, Lovecraft ha pubblicato Il conservatore , un giornale auto-curato e pubblicato in cui Lovecraft esprimeva odio per chiunque non fosse bianco. Non solo i neri. Ebrei, asiatici e 'marmaglia russa subumana' tutti ricevettero il risentimento di Lovecraft per la loro presenza e minacciando di annullare la cosiddetta purezza della razza bianca.



Considero i Celti una razza inferiore ', ha scritto Lovecraft in a Lettera del giugno 1916 a Rheinhart Kleiner, «ma poco meglio dei messicani e poco più capace di autogoverno.

Significativamente, la moglie di Lovecraft da due anni, Sonia Greene, era un'immigrata russa ebrea che era nota per avere una personalità vivace ed estroversa, in netto contrasto con lo stesso Lovecraft. Mentre Greene ha scritto in un libro di memorie del 1985 La vita privata di H.P. Lovecraft che il suo ex marito era un 'amante sufficientemente eccellente', la ginnastica mentale che Lovecraft ha attraversato per sposare una donna ebrea di origine russa rimane misteriosa come il Necronomicon.

H.P. Lovecraft, nel film documentario del 2008 'H.P. Lovecraft: Fear of the Unknonw. ' YouTube.com/Arkham Trailer Park



Quindi, non sorprende che Lovecraft abbia una poesia vile come 'Sulla creazione'. Si sa poco sulle origini del poema. La sua notorietà è che è considerato un esempio molto evidente dei pregiudizi di Lovecraft. Ma lo scopo effettivo e l'incidente che ha provocato la sua esistenza non è chiaro. Esiste semplicemente nel suo canone.

Non è difficile vedere come Lovecraft abbia premesso lo strano genere di finzione con la causa principale del razzismo: la paura di qualcosa di estraneo. Anche se non è esatto dire che C'thulhu è una metafora delle sue convinzioni nello stesso modo in cui Godzilla lo è per la guerra nucleare, molti dei racconti di Lovecraft sono inondati da culti fanatici e primordiali che parlano in lingue indecifrabili e adorano qualcosa di antico, vecchio e convenzionale. immorale. In una puntata di gennaio 2020 di L'ora della radio del New Yorker , N.K. Jemisin ha scritto che il razzismo di Lovecraft era 'la base' della sua narrativa horror.

'Fa delle immagini incredibili, è un lavoro potente, ma è spaventoso', ha detto Jemisin, 'perché è un modo per guardare nella mente di un vero bigotto e rendersi conto di quanto sia alieno il loro pensiero, quanto sia inquietante la loro capacità di disumanizzare i loro simili lo sono.

La brillantezza di Paese di Lovecraft , supervisionato dalla showrunner Misha Green, è il modo in cui combina direttamente i mali misteriosi della strana narrativa con l'eroismo nero. Anche se lo spettacolo è appena iniziato, non perde tempo con la sua immagine di apertura di Jackie Robinson che oscilla al C'thulhu. Sebbene Lovecraft abbia creato e definito la narrativa horror, non deve appartenere solo a lui ora.

Paese di Lovecraft va in onda la domenica alle 21 Orientale su HBO.