Sto pensando di porre fine al confuso finale delle cose, spiegato

Spiegare la fine di un film di Charlie Kaufman è facile quanto spiegare la fisica quantistica. I suoi due precedenti lavori di regia ( Synecdoche, New York e Anomalia ) sono stati oggetto di molte speculazioni su quale potesse essere il suo vero intento, ed è questo che li rende così grandi. Ma Sto pensando di finire le cose rende quei film semplici al confronto.



Se hai finito l'ultimo film di Kaufman (in streaming ora su Netflix) e sei ancora completamente perso, c'è qualche aiuto sotto forma di materiale di origine e ispirazione principale del film: l'omonimo romanzo del 2016 di Iain Reid.

Avvertimento! Principali spoiler per Sto pensando di finire le cose avanti.



Sto pensando di finire le cose il film finisce nello stesso modo in cui finiscono molti musical: un grande numero di chiusura appassionato. La canzone, ' Stanza solitaria ,' è da Oklahoma! , il musical discusso e rappresentato in più scene. Tuttavia, i fan del cinema non lo riconosceranno, poiché è stato omesso dai suoi adattamenti cinematografici. È la canzone di Jud, il cattivo di Oklahoma! canta mentre si rende conto di quanto sia veramente solo.



È una bellissima canzone, con testi che si riferiscono specificamente al sogno di stare con una donna ma svegliarsi deluso è tutto solo, ma Jake che canta non fornisce esattamente un finale soddisfacente. Il finale soddisfacente vero e proprio passa quasi inosservato minuti prima.

Jake affronta il pubblico nell'ultima scena del film. Netflix

Quando la protagonista del film, conosciuta con molti nomi ma accreditata come 'The Young Woman', si ritrova intrappolata in un liceo abbandonato, faccia a faccia con il bidello visto in scene casuali durante il film. Gli chiede se ha visto il suo ragazzo, e quando il custode le chiede di descriverlo, lei finalmente dice quella che suona come la verità.



'Era un rampicante, sai?' La giovane donna dice, il suo tono vocale è completamente mutevole. 'Non riesco a ricordare che aspetto abbia. Perché dovrei? Non è successo niente. Solo una delle migliaia di queste non interazioni nella mia vita. È come chiedermi di descrivere una zanzara che mi ha morso 40 anni fa! '

Questa consapevolezza che La giovane donna è semplicemente una donna che Jake ha visto in un bar si verifica in modo diverso nel romanzo originale. Il narratore riceve uno dei dipinti di Jake da sua madre, assicurandole che è un suo ritratto 'per dopo'. Se ne dimentica finché non è intrappolata al liceo e, aprendolo, è chiaro che il ritratto è di Jake. Questo è un finale diverso, ma dice più esplicitamente ciò che Kaufman implica: l'intero film è l'illusione di Jake.

Quel bidello mostrato in varie scene nel corso del film è in realtà il vero sé di Jake, che sogna ad occhi aperti e ha deliri di una vita in cui è più giovane e ha una ragazza che è chiunque lui voglia che sia, sia esso un poeta, un fisico , critico cinematografico. La giovane donna esiste, sì, ma la versione che vediamo nel film è interamente di fantasia, solo una donna che ha visto una volta in un bar.



Versioni oniriche di Jake e The Young Woman danzano nel corridoio del liceo. Netflix

Il film invece usa il linguaggio del teatro musicale per precisarne il finale. Qualche istante dopo la sua conversazione con il custode, si ritrova finalmente a riunirsi con Jake quando vengono raggiunti da doppelganger vestiti in modo identico (forse un cenno a Synecdoche, New York ). Questi sosia iniziano a ballare sulla colonna sonora del film, giocando a vicenda in un ossessionante pas de deux.

Questa danza racchiude l'intera illusione di Jake / il custode. Dream Jake e la sua Dream Girlfriend si incontrano, si innamorano, si fidanzano e si sposano, solo perché un Dream Janitor cerca di portar via la fidanzata. Jake e il bidello litigano, e il bidello accoltella e uccide Jake, prendendo per sé la ragazza. Il conflitto tra Jake e il bidello potrebbe essere interpretato come il suo vero sé che combatte contro il suo sé delirante, stimolando la fine del film e quindi la fine del film.

Questo uso della danza è ciò che è noto nella comunità del teatro musicale come a balletto da sogno , dove un personaggio ha un sogno interpretato da una sequenza di balletto in cui tutti i personaggi sono interpretati da ballerini professionisti. Questa tecnica è stata utilizzata in più musical, ma ha avuto origine, ovviamente, Oklahoma! . Questa sequenza del sogno, combinata con la canzone successiva sul sogno dell'amore, rende la tragica conclusione un po 'più ovvia.

Charlie Kaufman non sembra mai accontentarsi di usare solo un linguaggio cinematografico per ottenere il suo punto di vista, e mentre la versione del film del finale può richiedere alcuni compiti per essere decodificata, questa è solo la gioia del suo lavoro: il modo in cui può essere manipolata e rivalutata da un angolo cinematografico, uno teatrale e uno letterario.

Sto pensando di finire le cose è ora in streaming su Netflix.