La seconda stagione di Mandalorian potrebbe cambiare il significato di un'iconica scena di Star Wars

Mentre Luke Skywalker si avvia per affrontare Darth Vader in L'impero colpisce Indietro , Obi-Wan Kenobi dice che Luke è l'ultima speranza della galassia. Tuttavia, il Maestro Jedi Yoda rivela 'ce n'è un altro', qualcun altro che è abbastanza potente da salvare la galassia.



Per decenni, i fan di Star Wars hanno pensato che quella persona fosse Leia, la sorella di Luke e una potente utilizzatrice della Forza a pieno titolo. Tuttavia, una nuova intrigante teoria ci ha convinto che Yoda si stesse effettivamente riferendo a qualcun altro, e quell'eroe misterioso potrebbe essere rivelato in Il Mandaloriano Stagione 2.

Ricompensatore U / bacontornado teorizza che Yoda non stesse parlando affatto di Leia. Invece, stava descrivendo Ahsoka Tano, l'ex Jedi che condivideva una stretta relazione come padawan di Anakin Skywalker durante Guerre Stellari la battaglia dei cloni . Ahsoka potrebbe non aver mai terminato il suo addestramento, ma era un'utilizzatrice della Forza di successo e una leader competente a pieno titolo. Ha persino sconfitto Darth Maul nel Clone Wars finale di serie andato in onda all'inizio di quest'anno.



Chi è il tuo nuovo personaggio televisivo preferito nel 2020? Prendi il Inverso sondaggio preferito dai fan!



Anakin e Ahsoka erano stretti, Lucasfilm

Questo potrebbe sembrare un allungamento - o, per lo meno, un grande retcon - ma la teoria in realtà fa alcuni buoni punti. Per prima cosa, Obi-Wan e Yoda sapevano già di Leia in quel momento, quindi non c'era motivo di essere così misteriosi quando si parlava di lei in L'impero colpisce ancora .

Naturalmente, si potrebbe anche sostenere che questa conversazione sia avvenuta prima di George Lucas ha deciso di fare la sorella di Leia Luke in primo luogo, ed è per questo che la conversazione è vaga. (Lucas aveva pianificato che Luke avesse una sorella, ma non doveva essere Leia.) Anche Ahsoka non esisteva all'epoca, ma se ti concentri solo su ciò che sta accadendo nel canone di Star Wars, tecnicamente ha senso per Yoda si riferiva al vecchio studente di Anakin.



Sappiamo anche che gli eventi di Le Guerre dei Cloni e Star Wars Rebels si verificano prima della trilogia originale. Nel frattempo, Il Mandaloriano , che è fissato cinque anni dopo Ritorno dello Jedi , ha confermato che Ahsoka è ancora molto vivo. Poi di nuovo, non c'è niente in nessuno di questi spettacoli che suggerisca che Ahsoka fosse l'arma segreta di Yoda, ma c'è un'altra spiegazione che è ancora più eccitante.

Baby Yoda potrebbe essere quello a cui Yoda si riferiva dopotutto. Lucasfilm / Tenore

È più probabile che Baby Yoda fosse il Jedi di riserva a cui si riferiva Yoda. Il Mandaloriano sta lentamente svelando il mistero che circonda il bambino di 50 anni, ma non è ancora chiaro da dove venga o se sia collegato a Yoda stesso. È possibile che Yoda sapesse di Baby Yoda da sempre, ma lo considerava un piano di emergenza nel caso in cui Luke e Leia non fossero riusciti a fermare l'imperatore Palpatine.



Ma se è così, Yoda stava giocando un gioco ancora più lungo di quanto pensassimo. Considerando che Baby Yoda ha già 50 anni in Il Mandaloriano , potrebbero passare anni se non decenni prima che sia pronto a combattere. Per fortuna, Luke non ha fallito, e sappiamo che Rey alla fine ucciderà Palpatine, quindi la pressione è fuori Baby Yoda per salvare la galassia - per ora.

Il Inverso Analisi - La teoria sta cercando di collegare il vecchio con il nuovo e funziona per la maggior parte. Tuttavia, per quanto abbia senso che Yoda si riferisse ad Ahsoka, tutti i segnali sembrano puntare nella direzione di Baby Yoda. C'è semplicemente troppo che non sappiamo sull'adorabile bambino verde o, da dove viene, o perché è così richiesto. Se è un membro della specie di Yoda, allora fa la scena da Impero tanto più utile.

Il Mandaloriano La stagione 2 va in onda il venerdì su Disney + .

Potremmo ricevere una parte delle vendite dai prodotti acquistati da questo articolo, che è stato scritto dal nostro team editoriale.