L'unico film di fantascienza che devi guardare prima che lasci Netflix questa settimana

Eoni fa, nel 2013, una foto dei paparazzi di Scarlett Johansson che cadeva per le strade di Glasgow, in Scozia, è diventata un meme. In linea liste come queste , puoi vedere Johansson cavalcare un'onda nodosa, scalare una montagna, combattere Muhammad Ali o fare il DJ in un rave malato. Per quanto riguarda i meme, era tanto universale quanto innocuo: una ricca e bella star di Hollywood colta in un momento imbarazzante ha permesso a noi comuni cittadini un momento di schadenfreude.



Quello che non sapevamo, e alcuni di noi forse ancora non lo sanno, è che Johansson non è caduto per caso. Era per un film. Nello specifico, un film d'arte di fantascienza in cui Johansson interpreta un alieno travestito da umano che vaga per il nostro mondo in un misto di soggezione, confusione e successivamente terrore, mentre attira uomini ignari in una trappola.

Sotto la pelle , un film di fantascienza del 2013 del regista di video musicali Jonathan Glazer e dello studio indipendente A24, è un terzo cupo, un terzo affascinante e un terzo noioso. È un film in cui non succede nulla, eppure nel sottospazio della sua narrazione stanno succedendo tante cose. Dal meta-casting di Johansson come un esemplare empio che non è come nessuno intorno a lei alla sua esplorazione della politica sessuale fulminata dalla passione, Sotto la pelle è un esame di noi stessi. Cioè, esaminati come animali in uno zoo, colpiti e stimolati con luci fluorescenti solo per essere derisi dai bambini.



Sotto la pelle è anche il film di fantascienza che devi guardare su Netflix prima che parta l'11 luglio.



Scarlett Johansson è la protagonista di 'Under the Skin', un thriller di fantascienza del 2013 su un alieno che depreda gli uomini per ragioni misteriose.

Rilasciato nel 2013, Sotto la pelle è un film senza alcuna parvenza di trama. Invece, è un evento vagamente correlato dopo l'altro, tutti collegati dall'antieroina centrale del film. Un alieno senza nome (Johansson) cade sulla Terra e inizia a dare la caccia a uomini ignari e soli. Proprio mentre stanno per fare sesso - o forse lo sono, e Glazer ci sta scherzando con il suo 'Vuoto' - gli uomini soccombono alla sua trappola, dove lentamente appassiscono e muoiono.

Perché il personaggio di Johansson fa questo? Qual è il suo scopo? Perché c'è un motociclista che raccoglie i corpi? Perché sputa la torta? Sotto la pelle solleva un milione di domande e non risponde con aria di sfida a nessuna di esse. È un'esperienza affascinante e frustrante da sopportare mentre il film passa da un episodio oscuro all'altro. (Per molto più contesto, leggi il Romanzo di fantascienza del 2000 con lo stesso nome di Michel Faber.)



In un caso ho quasi lasciato completamente il film. Su una spiaggia, l'alieno di Johansson incontra una coppia sposata che annega nell'oceano, lasciandosi alle spalle il figlio. Un surfista, che aveva avviato una conversazione innamorata con Johansson prima di provare e non riuscire a salvare la coppia, alla fine viene picchiato violentemente. Il suo corpo viene trascinato lungo la spiaggia di fronte al bambino che urla, i cui lamenti alla fine si attenuano mentre Johansson infila il corpo nel suo furgone. Il film va avanti, freddamente, anche se non prima di separarsi dal bambino nell'oscurità mentre la marea dell'oceano si alza.

Davvero cosa cazzo era tutto qui? Sotto la pelle non si preoccupa di dircelo.

'Void' di Johansson in 'Under the Skin' è servito da ispirazione visiva per una sotto-dimensione simile nella serie di Netflix 'Stranger Things'.



Oltre ad abbandonare i bambini e il meme cadente di Johansson, il film rimane degno di nota per molte altre eccentricità. È il primo ruolo nudo di Johansson e la dice lunga, non è stato un grosso problema. In un'altra epoca a Hollywood ci sarebbe stato così tanto entusiasmo per una famosa star d'azione che sceglieva di mettere a nudo tutto per uno strano film d'arte. Ma le clip del corpo nudo di Johansson in Sotto la pelle Difficilmente un milione di visualizzazioni online, il che la dice lunga sull'approccio intenzionalmente alieno del film e sulla rappresentazione priva di emozioni della sessualità umana.

Il 'cast' del film è composto da ignari locali che aveva poca o nessuna esperienza di recitazione. Ciò favorisce l'aggressiva fascinazione del film per il nucleo normativo e il suo sfoggio di corpi senza tono con soggezione poco lusinghiera.

Ma uno degli attori che ha scelto è stato Adam Pearson, che soffre di neurofibromatosi che causa una grave deturpazione del viso. Sotto la pelle è stato il primo ruolo di Pearson, e interpreta un altro delle prede di Johansson. Il suo tempo sullo schermo relativamente significativo ci offre una finestra sulla povera vita del suo personaggio. Sai solo che l'incontro e l'essere presi da una donna, per non parlare di una che assomiglia a Scarlett Johansson, non è una cosa da tutti i giorni per questo ragazzo. È dolorosamente triste quando Johansson propone di andare a casa sua, e Glazer fa lo zoom con la telecamera sull'uomo che si sta pizzicando. Se solo avesse saputo cosa lo aspettava.

Sotto la pelle non è un film facile. È noioso e cupo e definisce l'umanità - tutta l'umanità - come egoista, brutta e violenta. Dopo aver trascorso la maggior parte del film nei panni del predatore, l'alieno di Johansson diventa la preda mentre scappa da uno stupratore che, con suo orrore, scopre la sua vera natura. Ed è questo: l'umanità fa schifo e siamo disgustati di noi stessi come il resto dell'universo.

Sotto la pelle non fa quasi nulla per rispondere alle sue innumerevoli domande sull'umanità, ma è efficace nel lasciarci decidere da noi quali sono quelle risposte.

Sotto la pelle è in streaming ora su Netflix fino all'11 luglio.