Devi guardare il miglior disastro della Disney prima che lasci Netflix la prossima settimana

Lo stesso anno in cui la Disney ha trovato una miniera d'oro Marvel's I Vendicatori , lo studio ha subito uno dei suoi più grandi fallimenti. Questo film non ha solo perso i soldi della Disney, ma ha anche causato l'uscita del presidente dello studio solo tre anni dopo che hanno accettato il lavoro. In una retrospettiva del 2015, Forbes lo scrittore Scott Mendelson ha descritto il film come 'un ammonimento su ciò che può andare storto quando si cerca di creare il prossimo grande successo mondiale'.



(Vogliamo sentire da voi! Rispondi a questo sondaggio sull'imperatore Palpatine e su Star Wars. )

Il 1 maggio John Carter del regista Andrew Stanton lascerà Netflix. Troverà una casa permanente su Disney + il 2 maggio, ma con l'uscita del film su Netflix è il momento perfetto per rivisitare un film d'azione e avventura legittimamente sorprendente che è stato semplicemente affrontato tutte le mani sbagliate, specialmente se non hai un Disney + sottoscrizione.



Per rispondere a una domanda posta questa mattina da uno dei miei colleghi: No, John Carter non ha niente a che fare con John Wick . Il film è l'adattamento di un romanzo di fantascienza centenario, il romanzo di Edgar Rice Burrough Una principessa di Marte . È la storia di un cavaliere della Virginia della Guerra Civile, John Carter, che viene trasportato a marzo , o 'Barsoom', dove viene coinvolto nella guerra e nel romanticismo sul pianeta rosso.



Una principessa di Marte è accreditato di aver influenzato praticamente tutto il fantasy e la fantascienza del XX secolo. Il libro era uno dei preferiti del famoso astronomo Carl Sagan e ha ispirato direttamente leggende di fantascienza come Arthur C. Clarke, Ray Bradbury, James Cameron e George Lucas. In poche parole, non c'è Guerre stellari senza Una principessa di Marte .

Il viaggio di John Carter sul grande schermo è stato lungo, ma ecco il succo: nel 1931, Looney Tunes il regista Bob Clampett ha proposto una versione cinematografica di animazione Una principessa di Marte a un Burroughs molto interessato. Ma gli esercenti di film odiavano il filmato di prova, credendo che il concetto fosse troppo disponibile per il pubblico mainstream. Si presumeva che il filmato fosse perso fino a quando il nipote di Burroughs, Danton Burroughs, non lo trovò negli anni '70.

Negli anni '80, Mario Kassar e Andrew G. Vajna ottennero i diritti del film Una principessa di Marte per Walt Disney Studios. Lo studio stava cercando un concorrente di Star Wars. (Strano come vanno le cose.) Un film con Tom Cruise nei panni di John Carter era vicino all'inizio della produzione fino a quando il regista John McTiernan ha ritenuto lo stato degli effetti visivi inadeguato per dare corpo alla storia. Nonostante l'interesse del presidente Jeffrey Katzenberg a fare di John Carter un franchise Disney, i diritti sono tornati alla tenuta di Burroughs.



Negli anni 2000, i diritti sono finiti alla Paramount, che ha firmato Robert Rodriguez per dirigere e intendeva riutilizzare i set digitali creati per il suo film noir del 2005 Città del peccato . Ma una disputa con la Directors Guild of America ha fatto sì che Rodriguez si dimettesse, portando la Paramount a Jon Favreau. Tuttavia, quando Uomo di ferro si è avvicinato, Favreau è passato a quello e il file marzo i diritti sono stati nuovamente messi in palio. Andrew Stanton della Pixar ( Wall-E , Alla ricerca di Nemo ) ha fatto pressioni sulla Disney per riconquistare i diritti, e ha funzionato, dando a Stanton la possibilità di dirigere.

Una raccolta di tascabili commerciali 'A Princess of Mars'. La storia ha influenzato un intero secolo di creativi come Ray Bradbury e George Lucas.MediaNews Group / Orange County Register tramite Getty Images / MediaNews Group / Getty Images

È così che siamo arrivati ​​al 2012 John Carter . È ben documentato in articoli e libri quel cattivo marketing (di nuovo: Oms è John Carter?) e costi di produzione esorbitanti (a riferito $ 307 milioni in totale) ha fatto deragliare ogni possibilità di successo al botteghino.



Ma ciò di cui pochi parlano è quanto sia fantastico John Carter davvero è. Come un ritorno agli spadaccini che non trovi più e soddisfacenti scene moderne, il film spara su tutti i cilindri con solo pochi fallimenti creativi. L'unica vera ragione del suo fallimento era la scarsa familiarità del pubblico con 'John Carter'. I film che ha influenzato, da Star Wars a Indiana Jones, avevano eclissato la storia di Burroughs in riconoscimento.

Nel suo cuore, John Carter è un western. Interpretato da Taylor Kitsch nei panni di John Carter che vaga per una frontiera post-guerra civile. Carter finisce su Marte, noto come 'Barsoom' dai suoi nativi. Lì, si innamora della Principessa di Elio, Dejah Thoris (Lynn Collins), una scienziata che cerca di porre fine a una guerra tra il suo popolo ei Thark. Il cast include Bryan Cranston, Dominic West, Ciarán Hinds, Mark Strong, James Purefoy e Willem Dafoe come voce di Tars Tarkas.

Taylor Kitsch e Lynn Collins nella bomba Disney del 2012, 'John Carter.' Disney / Kobal / Shutterstock

Con solo due reati reali, un Kitsch sbagliato (poco convincente come un rinnegato del 19 ° secolo) e marziani la cui CGI sta ora mostrando la sua età, John Carter è un'epopea pulp moderna che avrebbe potuto lanciare un nuovo franchise di Hollywood. Ha un'universalità simile Guerre stellari e Avatar nel suo spirito di frontiera (Barsoom sembra un terribile molto come il deserto dell'Arizona) e temi familiari come il razzismo e la guerra che risuonano indipendentemente dal periodo di tempo. Resta difficile inghiottire che John Carter fosse un confederato, ma puoi garantire che è stato sorvolato durante il film.

Oggi, a guardare John Carter anni dopo che ha bombardato e perso milioni di Disney, sembra ingiusto come sia Questo film che non è riuscito. Mentre gli studi si affrettano a raccogliere libri e vecchi programmi TV per il franchising, è insondabile che a un romanzo pulp croccante siano state date tutte le risorse per sembrare vivo. E lo fa! Barsoom è un meraviglioso mondo di sabbia e cieli blu, con tecnologia e architettura vagamente egiziane e di ispirazione mediorientale. (Chiunque stia progettando 2021 Black Adam , prendi nota.) Il film è colorato in modi così pochi sono i successi moderni, invece afflitto da colori tenui e scarsa illuminazione. Guardando te, Vendicatori: Endgame.

John Carter avrebbe beneficiato di un titolo diverso. Proveniente dalla Disney, lo studio che ha reso le principesse delle fiabe un marchio, un titolo simile John Carter e la principessa di Marte avrebbe dato l'identità del film (è stato riferito che la Disney ha effettivamente evitato parole come 'Principessa' e 'Marte' per il titolo, il che è sconcertante).

Alla fine, John Carter esiste. Non importa quanto tempo ci sia voluto o come sia stato accolto, esiste e forse col tempo avrà ciò che gli spetta.

John Carter è in streaming su Netflix fino al 1 maggio.